Bambini e apprendimento didattico in Rete

L’intelligenza del bambino moderno deve fare i conti con l’influenza che la tecnologia ha sui suoi processi di sviluppo cognitivo e di crescita, i bambini sono attratti dalla novità, dalla curiosità, ed è proprio in questo senso che la tecnologia favorisce i processi di apprendimento in maniera divertente ed educativa. Il gioco non è solo un passatempo, il gioco è apprendimento, gestire le emozioni, possibilità di esprimersi; il mondo di internet stimola il bambino e la sua voglia di conoscere e scoprire cose nuove. Le nuove tecnologie sviluppano nei bambini una curiosità verso il ‘nuovo’, verso una realtà che si aggiorna costantemente e in modo fluido, generando attrazione.

I giochi multimediali possono essere, se usati in modo giusto, un valido alleato per integrare lo studio classico e tradizionale sui banchi di scuola. L’interesse favorisce la facilità di apprendimento, giocare per apprendere, a partire da semplici giochi che fino a qualche tempo fa erano solo cartacei.

Dal cartaceo si passa al digitale anche nel momento ludico, a partire dal gioco delle carte in doppia coppia che aiuta a sviluppare le capacità mnemoniche, al classico “impiccato” che facevamo da piccoli per imparare a scrivere in modo corretto.

Quando si parla di apprendimento didattico, bisogna suddividere il concetto in due parti, infatti, si parla di apprendimento in due sensi: apprendimento tecnologico, ovvero, apprendere attraverso il gioco le basi della tecnologia, imparare ad usare il computer partendo e procedendo a piccoli passi; apprendimento didattico: apprendere attraverso il gioco parte della didattica scolastica.

Nel primo caso, vi sono piattaforme d’intrattenimento sviluppate in rete atte a rispondere alle esigenze di apprendimento e alla voglia di conoscere dei piccoli. Le attività proposte sono semplici e divertenti, inoltre sono indirizzate a una definita fascia d’età, da piccoli in età prescolare che possono cimentarsi aiutati dai genitori nelle attività basilari legati all’uso del computer, fino a bambini aventi un’età compresa di sei o sette anni. Riguardo alle attività proposte vi sono: i giochi da tastiera, improntati nell’avvicinare i piccoli al computer; i giochi muovendo il mouse, giochi didattici capaci di far acquisire al bambino la corretta destrezza e familiarità nell’uso del mouse; i giochi facendo click; ‘giochi drag n drop’ (trascina e rilascia).

Apprendimento didattico in Rete

Vi sono interessanti attività anche nel caso dei giochi di apprendimento didattico, tra queste, i giochi di labirinto, utili a stimolare la pazienza, l’abilità manuale e la concentrazione nei piccoli, in questo caso il bambino si muove nel labirinto usando le frecce della tastiera, è un gioco utile perché permette al bambino di imparare a coordinare l’uso dei tasti; i giochi di memoria, i quali permettono ai bambini di sviluppare in maniera ludica la propria memoria e intelligenza dovendo memorizzare figure e  posizioni per trovare la possibile soluzione; i giochi per colorare, i quali permettono ai bambini di sviluppare un pensiero astratto stimolando al contempo creatività e capacità di concentrazione; i puzzle con quattro o più pezzi i quali permettono al bambino di districarsi con attività relativamente più complesse[1].

Dunque, anche nel mondo dei piccoli la novità va nel tempo a sostituire la tradizione, il gioco come apprendimento, la rete come fonte di apprendimento.

Antonio Lupo

[1] Fonte: www.giochionlineperbambini.com

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...