I rapporti di coppia in chat

Di Federica Pagano

 

Dagli anni ’90 ad oggi la comunicazione ha subito grandi mutamenti. Infatti, il modo di interagire è cambiato in molti ambiti della sfera quotidiana.

La comunicazione è cambiata con l’entrata della tecnologia digitale. «La dimensione “strumentale” o tecnologica connessa all’uso dei nuovi media, s’integra con la dimensione comunicativa, info–relazionale e culturale per produrre effetti straordinari. La dimensione “tecnologica” della comunicazione è importante perché i dispositivi di ultima generazione (smartphone, tablet) sono sempre più integrati, convergenti, miniaturizzati mobili, ubiquitari, multisensoriali e multimediali. La comunicazione interdigitale consente di rispondere e stimolare nuovi usi e bisogni via rete, ma anche nuove culture e nuovi linguaggi[1]».

La studiosa, Monica Murero, parla di comunicazione interdigitale, intesa come «il processo dinamico, sincrono o asincrono, che avviene tra due o più agenti interdigitali e che ha per oggetto la produzione e/o la circolazione e fruizione di un flusso di comunicazione digitalmente preservabile, condivisibile, o modificabile attraverso uno o più media interdigitali connessi in rete nello spazio, mobile o fisso[2]».

Oggi siamo in ciò che è definita era digitale o era dell’informazione.

In questi anni si è sentito parlare spesso dei rischi che si celano in Internet, in particolare sulle chat.

In quest’epoca, le molteplici chat oltre a distruggere famiglie, coppie, ha contribuito a far in modo che persone che non si conoscevano affatto, di incontrarsi e quindi conoscersi e in molti casi anche a contribuire a creare famiglie e coppie.

Questo articolo non vuole parlare dei rischi che si celano dietro le chat ma bensì raccontare dei lati positivi che vi possono essere negli incontri di chat.

Vi sono molte persone e coppie, se non famiglie, in Italia, che grazie a chat come “WeChat”, “Tango”, “Meetic”, “Badoo”, e molte altre, hanno consentito che molte coppie costruissero una famiglia o almeno iniziassero un rapporto di coppia.

Il tutto inizia scaricando sul proprio device o cellulare il programma di chat desiderato dall’utente, oppure andando semplicemente dal proprio computer, sulle apposite piattaforme di chat.

Il primo passo è quello di creare un account, con apposito nickname, e iniziare a contattare ragazzi/ragazze per iniziare una conoscenza. Tutto ciò, oggi, avviene tramite il proprio apparecchio elettronico, chiedendo, al mittente, naturalmente il proprio nome, età, ecc.

Dopo, trascorso un breve periodo, naturalmente, a discrezione dei due interlocutori, possono iniziare a scambiare numeri di cellulare e continuare tramite telefonino, la propria conoscenza.

Passato un determinato periodo di tempo, quindi dopo aver conosciuto tramite cellulare, l’altra persona si può procedere anche alla conoscenza “face to face”.

Parlando con molte persone, e navigando in Internet vi sono molte storie di relazioni nate tramite una chat.

Nell’universo delle chat sia uomini che donne sono senza inibizioni, non hanno “paure”, rispetto alla vita reale riescono ad essere più se stessi. Ciò che prende il sopravvento nella vita virtuale, sono le anime della persona che in quel momento chatta. Nelle chat si tende a fare una selezione in quanto si ricerca sempre la persona che è più affine a se stessa.

Nel momento in cui ci si incontra nella vita reale, vi sono possibili ambientazioni:

  • La prima è data dalla completa sincerità degli interlocutori, e anche se non vi è nessuna attrazione tra i due, ciò che sopravvive è l’anima. In quest’ambito vi è un’alta possibilità che vi sia un futuro per la coppia appena conosciuta.
  • La seconda, è data dalla possibilità che nessuno degli interlocutori sia stato sincero in chat, ed è subentrato il “il gioco dell’apparenza”. In questo caso la coppia non sopravvive nella vita reale, perché si è costruita un’altra identità e quindi a ciò che si vorrebbe essere ed in realtà non si è.
  • La terza ambientazione è quella del mascheramento della persona, quindi il profilo ad esempio del pedofilo, dello stupratore ecc.

Molte testimonianze sul web dimostrano che non sempre le chat sono viste in modo negativo, come nella maggior parte dei casi, ma anche in modo positivo. Infatti vi sono molte persone che affermano, che dopo aver chattato si sono conosciuti anche nella “vita reale”, che sono entusiaste di alcune chat perché hanno consentito di conoscere il proprio marito o di conoscere la persona amata.

Una testimonianza si è avuta anche nel programma su rai 1, “Senza parole”, dove è stata narrata la storia di due giovani ragazzi conosciuti in chat e che a breve, circa due settimane, si sposeranno.

Lei racconta che si sono parlati prima tramite chat e poi tramite cellulare, lui si è presentato sotto casa sua per poterla finalmente conoscere. Dopo essersi conosciuti nella vita reale è nato il loro amore e fra un paio di settimane convoleranno a nozze.

Questo esempio dimostra che non sempre, com’è riportato nella maggior parte del web, vi siano malintenzionati dietro uno schermo che si fingono persone “per bene”, ma che, vi sono persone vere e che grazie a questo tipo di comunicazione sono nate famiglie o relazioni che neanche chi è dietro ad uno schermo pensa di trovare.

 

 Letture:

 

Murero M., Comunicazione post-digitale. Teoria interdigitale e mobilità interconnessa, libreriauniversitaria.it edizioni, Limena, 2014

 

http://www.maldamore.it/l_amore_nelle_chat.asp

 

 

[1] Murero M., Comunicazione post-digitale. Teoria interdigitale e mobilità interconnessa, libreriauniversitaria.it edizioni, Limena, 2014

[2] Murero M., op. cit, pag. 19

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...