Origine e sviluppo della Net tv

bottazzi

Parlando di Net Tv generalmente si commette un errore macroscopico. Credere che la Net Tv debba essere la trasposizione di internet della televisione classica, così com’è. Ma questa affermazione è del tutto sbagliata. Per andare avanti nel nostro articolo è fondamentale fare un passo indietro. Innanzitutto cosa intendiamo quando usiamo la parola “televisione”? Senza cercare significati filosofici la più semplice definizione di televisione è quella di elettrodomestico, l’oggetto di plastica, generalmente installato nel salotto. Ma il televisore ha al suo interno un sintonizzatore collegato all’antenna che permette di ricevere il segnale. Quindi, “se togliamo dall’oggetto televisore la sua componente di sintonizzazione, lo liberiamo dal vincolo della trasmissioni Tv classiche per aprirlo a un nuovo mondo di possibilità”[1]. Oggi i nostri televisori sono accompagnati da un set-top-bpx, in quanto sia il digitale terreste, che il satellite, non sono sintonizzabili direttamente dal nostro televisore (tranne quelli di ultima generazione), e necessitano quindi di un box esterno che trasmetta al televisore l’audio e il video. Una delle possibili sorgenti per il nostro apparecchio è Internet, ma anche il questo caso avremo bisogno di un set-top-box.

Cerchiamo adesso di capire come mai la Net Tv ha avuto tutto questo successo:

  • Lo spettatore è cambiato, in quanto da spettatore passivo diventa attivo, ed è sempre più padrone del consumo Tv. Lo spettatore orami si è svincolato alla schiavitù del palinsesto e della modalità lineari, e ha optato per una selezione fortemente personale: registra solo ciò che vuole dal PVR (personal Video Recorde) o dal Pc, grazie a un feed RSS, e lo può vedere con comodo sia in mobilità che in casa. Insomma grazie all’avvento della Net Tv lo spettatore può fruire di ciò che vuole, quando lo vuole e dove lo vuole.
  • Chiunque può realizzare la sua Net Tv, o se preferite il suo Network (i cosiddetti User Generated Content)
  • L’offerta dei format e dei content è virtualmente illimitata
  • L’approccio è di tipo on-demand, quindi il migliore possibile
  • Scalabilità del sistema anch’essa virtualmente illimitata, cosa da non sottovalutare rispetto a tutte le altre tecnologie estremamente vincolate a satelliti, decoder, ecc…
  • Pluralità di formati e dei content

Pure se sembra già essere il futuro, la Net Tv, è un terreno ancora vergine dove nasceranno tanti nuovi importanti attori, ma dove i grandi protagonisti del presene potranno continuare a esercitare un ruolo fondamentale.

[1] Tommaso Tessarolo: Net tv. Come Internet cambierà la televisione per sempre, Apogeo, 2007, Milano

Ilaria Coppola Bottazzi

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...