Il passaggio dalle musicassette alla musica online

di Mariano Abbate.

La musica ci accompagna nella nostra quotidianità, ci fa ridere, ci fa piangere, ci mette di buon umore o ci intristisce. Ma il rapporto con la musica si è modificato negli anni e continua a farlo tutt’ora grazie all’avvento delle nuove tecnologie. Si è passato, infatti, dai vinili, alle vecchie musicassette, ai cd, per finire agli iPod e alla musica online in generale, fruibile in maniere sempre più facile, dinamica e istantanea. Le conseguenze di questo cambiamento sono molteplici. Le vecchie musicassette, ma anche i cd hanno aperto le porte alla possibilità di ascoltare musica non solo nella propria abitazione o comunque in posti fissi e precisi.

Gli stereo in macchina o i walkman hanno permesso l’ascolto della musica in maniera dinamica e impensabile prima. Questo ovviamente ha avuto un impatto incredibile sull’industria musicale. Quello che rende speciale i cd e le musicassette è la possibilità di accompagnare la propria quotidianità con la musica. Con l’avvento delle nuove tecnologie, la possibilità di ascoltare musica in ogni momento è aumentata in maniera esponenziale. Se, infatti, per ascoltare musica tramite le musicassette e i cd, bisogna disporre di questi ultimi, con gli iPod o attraverso la rete, questo non è necessario.

Gli iPod o la musica online consentono non solo di ascoltare la musica in ogni luogo e in ogni momento, come anche grazie a un walkman sia ben chiaro, ma danno la possibilità di non essere vincolati a determinate canzoni. In altre parole un cd o una musicassetta hanno uno spazio di memoria definito e spesso, se non personalizzato, occupato da una lista prestabilita di canzoni di uno o più artisti. L’iPod possiede anch’esso uno spazio di memori definito ma è molto più ampio dei cd o delle musicassette e si presta del tutto alla personalizzazione di liste di canzoni: “l’uso del mp3 (compresso) per il materiale musicale nasce invece dall’esigenza di un mercato che deve relazionarsi con la necessità di muovere velocemente i file musicali in rete, che deve stoccare in numero sempre più elevato dati (i brani) all’interno di apparecchi sempre più piccoli e mobili (telefoni, lettori mp3)”.

Ascoltare la musica onile attraverso un computer o uno smartphone, ha un significato ancora diverso. Benché si possano creare liste di canzoni personalizzate, in rete si abbandona completamente l’idea della musica legata ad una lista di canzoni specifica, come ad esempio una musicassetta o un cd di un artista in particolare. Online è possibile ascoltare qualsiasi canzone si voglia, scegliendo tra artisti diversi e passando da un genere musicale al altro senza alcun tipo di impedimento. Un altro aspetto importante legato all’innovazione delle nuove tecnologie nel campo della musica, è relativo alla conservazione dei dati musicali.

Le musicassette e i cd possono avere una durata, purché lunga, definita e quindi il materiale all’interno può deteriorarsi e andare perduto. Ovviamente questo non accade con la musica online. Si ha la possibilità di ascoltare brani di trent’anni fa o di qualsiasi epoca, senza che questi vengano perduti e lo si può fare quando si vuole. Questa è una differenza sostanziale con i vecchi apparecchi. Le nuove tecnologie sono presenti in ogni aspetto della nostra vita e quello della musica ne è un esempio lampante, e se in trent’anni sono avvenuti tali cambiamenti, chissà quanti ne verranno ancora e come si svilupperà la fruizione della musica.

Letture:

https://www.soundlite.it/produzioni-e-studi/item/184-mp3-vs-cd-vs-vinile-%E2%80%93-parte-2.html

http://www.pcprimipassi.it/psoftware/psoftware.asp?ID=231

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...