I nuovi rapporti tra politici ed elettori: dai tradizionali strumenti di comunicazione ai Social Network

Di Marianna Di Lorenzo
Lo sviluppo del sistema di comunicazione ha determinato la diffusione di nuove forme di relazioni tra gli individui, generando così nuove forme di dialogo anche tra gli attori politici e i cittadini elettori e chissà forse dando vita un pubblico meglio informato e con maggiore capacità di interazione.

Sempre più, infatti, si avverte il rifiuto dei media tradizionali a favore di una comunicazione all digital da parte dei politici per interagire con gli elettori.

Gran parte della comunicazione politica avviene essenzialmente attraverso i social, che sono ormai diventati gli ambiti in cui l’attore politico può presentare se stesso e la propria offerta, marcando differenze rispetto agli altri e dove spesso si cerca di far riflettere un’immagine che è soprattutto il riflesso dell’idea e dei desideri dei cittadini.

Oggi sembra essere la Rete a ridurre le distanze permettendo ai politici di raggiungere facilmente gli elettori ottenendo così consenso e partecipazione.

Nel libro di Gianluca Giansante, “ La comunicazione politica online. Come usare il web per costruire consenso e partecipazione”, viene appunto sottolineato come nella nostra epoca tutti i politici e le organizzazioni politiche hanno un profilo sulle varie piattaforme online: la quasi totalità è presente su Facebook, molti hanno un sito, una buona parte ha un canale YouTube o un account Twitter.

Sempre di più, pertanto, si avverte la presenza della politica nel mondo mediatico, dove però il cittadino non è più recepito come un semplice destinatario passivo.

Prima del ricorso alle nuove tecnologie la comunicazione politica finiva per risultare unidirezionale: il politico raccontava la propria opinione finendo spesso per non ascoltare ed interagire con gli altri.

Oggi invece il cittadino risulta sempre più integrato nel mondo politico; attraverso i social infatti ha la possibilità di commentare, dire la sua etc.

Ma a questo punto viene spontaneo porsi una domanda: la massiccia diffusione della politica online determina effettivamente un pubblico meglio informato e con maggiore capacità di interazione con gli attori politici?

Probabilmente sarà anche così, ma nel nostro Paese una cosa sembra essere certa: la comunicazione politica online non sempre funziona in quanto la nuova comunicazione sembra aver bisogno di essere affiancata anche a quella tradizionale, come quella a porta a porta!

Magari saranno le prossime elezioni regionali previste per il 31 Maggio 2015 a darci una risposta….

LETTURE:

Gianluca Giansante “La comunicazione politica online. Come usare il web per costruire consenso e stimolare la partecipazione”.

Rosanna De Rosa “ Cittadini digitali, l’agire politico al tempo dei social media”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...