Il Fandom come “vera vita”

di Dalila Mutone.

Con l’avvento dei Social Media abbiamo assistito alla nascita, o al trasporto, di numerosi Fandom sulle maggiori piattaforme. Ma cos’è un Fandom? La definizione ufficiale si riferisce ad una comunità di appassionati, siano essi appassionati di una serie televisiva, di un autore, di un cantante o di altro. Ma se chiediamo ad una persona appartenente ad un Fandom, la definizione sarà espressa in termini più intimi e personali: verrà molto probabilmente definito come una “famiglia“.

Fandom - Mutone

Sono tanti gli aspetti positivi legati all’appartenenza ad un Fandom, uno su tutti quello di sentirsi parte, appunto, di una famiglia, di trovare nuovi amici, di poter condividere liberamente le proprie passioni con chi vede il mondo quasi con i tuoi stessi occhi. Far parte di un Fandom può stimolare anche la fantasia e la creatività: spesso sui Social Networks i Fandom propongono la scrittura di Fanfiction, ovvero delle opere scritte dai fan di un libro, un film, un autore, un cantante, prendendo spunto dalle storie o dai personaggi del lavoro originale, o dalla vita dei cantanti/attori stessi.

Far parte di una comunità in cui si parla di uno stesso argomento che accomuna l’interesse di tutti, permette anche la costruzione di una certa popolarità sui Social, che alimenta quindi la fiducia in se stessi e le possibilità di socializzazione. Tuttavia la ricerca della popolarità può scaturire anche in uno degli aspetti negativi presenti nei Fandom. Per diventare popolari,  o semplicemente per essere accettati all’interno di questa famiglia, infatti, si ricorre spesso all’imitazione ed emulazione degli altri.

Purtroppo, non sempre imitare gli altri conviene. È il caso ad esmpio di una tendenza apparsa su Twitter qualche mese fa: #cut4zayn (“tagliati per Zayn”). Alcune fangirls, in seguito all’abbandono della band One Direction da parte di uno dei suoi componenti (Zayn, appunto), hanno iniziato a protestare per la scelta del cantante praticando l’autolesionismo, mostrando e diffondendo questa modalità tramite hashtag. Una delle raccapriccianti foto, per chi volesse vederle, è qui.

Chiaramente la grande visibilità che comportano i Social, permette il diffondersi di queste pratiche. Infatti, come sostiene qui  Maria Cristina Carratù, riportando le parole di Maria Pia Teodori “A complicare le cose c’è l’estrema facilità di accesso al web”, e ai siti che “istigano all’emulazione di modalità disturbate di rapporto con se stessi”[…] Ci vorrebbe la denuncia di un genitore, e ad oggi nessuno si è fatto avanti”. Palla alle famiglie, dunque, peraltro “anche loro da aiutare” dice Teodori, vista l’abilità dei figli di ‘eclissarsi’ nei loro fortini virtuali.”

Ma queste Tendenze non rappresentano le uniche preoccupazioni che scaturiscono dall’utilizzo di Internet, dei Social e del far parte dei Fandom da parte dei più giovani. Un altro aspetto negativo, infatti, è rappresentato dall’ “autoesclusione” dalla vita sociale reale, a dispetto di quella virtuale. Il ritrovarsi immersi in una comunità in cui tutto sembra essere come vogliamo, porta i più giovani ad interessarsi unicamente di quel mondo, emarginandosi dalla realtà.Il rischio è, come accade per tutte le realtà (virtuali) parallele, di lasciarcisi trascinare totalmente ed unicamente in esse, alienandosi dalla vera realtà.

Costruirsi una reputazione ed una rete di relazioni sui social Networks, non è dannoso, a patto che non si ci affidi e dedichi a quella sola socialità, e che lo si faccia in maniera adeguata. È bene che i ragazzi comprendano di non dover preferire la vita online rispetto a quella offline, e di equilibrare la loro presenza in ciascuna di queste “vite”. Bisognerebbe quindi educare e controllare i più giovani (e non solo) in modo da limitare gli aspetti negativi legati all’appartenenza a determinati Fandom ed evitare che i ragazzi sacrifichino la vita reale per dedicarsi solamente a quella virtuale…ma siamo sicuri che l’azione da parte delle famiglie basterebbe, quando il Fandom viene considerato dai ragazzi la loro vera famiglia?

Design immagine di zazzle.co.uk

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...