Startup Made in Naples: Vascitour, the guest is one of us!

QuartieriSpagnoliNaplesdi Achille Centro

Oggi parliamo di una Startup napoletana, Vascitour.

Vascitour è un’idea sviluppata al ContaminationLab, un progetto finanziato dal (MIUR e dal MISE) per la formazione di giovani studenti per la creazione di nuove imprese di lavoro. Il ContaminationLab si è svolto presso il Dipartimento di Scienze sociali dell’Università Federico II di Napoli, che ha visto protagonisti 35 studenti provenienti da tutte le Università della Campania.

Vascitour offre un turismo esperienziale attraverso l’utilizzo dei Bassi e la valorizzazione degli abitanti locali, ma propone anche alcuni servizi e proposte che possono rendere unico il soggiorno a Napoli. Il progetto propone di vivere il quartiere come una grande e accogliente casa e si rivolge al Viaggiatore alternativo, creativo, non convenzionale che sente il bisogno di conoscere l’autenticità del luogo che visita. Se una volta la vacanza era intesa come un momento di sosta, un momento di fuga, oggi non è più così, il turismo esperienziale è in aumento e spesso le strutture alberghiere non sono in grado di rispondere alle nuove esigenze del mercato. Secondo alcuni alcuni dati statistici di Tripbarometer, Tripadvisor e Ipso, risalenti al 2014, su 54.000 intervistati, il 55% vuole fare esperienze uniche e interessanti, il 45% vuole sentirsi libero di fare esperienza e il 36% vuole calarsi nelle vita e nella cultura locale. Tra un ventaglio di proposte e servizi, il viaggiatore può scegliere di soggiornare in un Basso, di pranzare a casa della Signora Nanninella o di andare a lezione di pasticceria a casa del Signor Peppino. Chiaramente ci sono le visite guidate nei cosiddetti siti archeologici minori, le camminate tra i vicoli per conoscere le opere dei writers che qui a Napoli hanno lasciato la loro firma, come i napoletani Cyop e Kaf, Bansky e Zilda.

Il valore aggiunto che rende unico il progetto è dato dalla sostenibilità ambientale, sociale ed economica che la startup si augura di generare, originando così un meccanismo imitativo delle buone pratiche. Al centro del progetto c’è la gente comune, ci siamo tutti noi, ciascuno con le proprie esperienze, con le proprie competenze, ognuno di noi con il proprio modo di essere napoletano. Vascitour è un chiaro esempio di Social innovation, perché è un progetto pensato per la società e rivolto alla gente comune, utilizzando in una modalità innovativa, le tecnologie di comunicazione che ha a disposizione.

Inoltre, Vascitour è un’impresa sociale che fa parte di un progetto più grande che si chiama AutenticaMENTE, una Startup “sempre made in Naples” che ha l’obiettivo di conoscere le usanze e i comportamenti della gente del mediterraneo. Al momento, il team di AutenticaMENTE sta realizzando il primo format di vacanze esperienziale a Napoli che si chiama appunto Vascitour che sarà poi esportabile in altre città. Il claim di Vascitour è The guest is one of us!

Quale modo migliore per far sentire un viaggiatore protagonista della nostra città?

Fonti:

Vascitour

di Achille Centro

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...