EMMA e MOOC-LIST: due diverse filosofie di aggregator.

Spinto dall’interesse verso il fenomeno in crescita dell’ e-learning oltre che dall’espansione dei numeri relativi all’utenza di questi servizi, ho intrapreso una ricerca sugli aggregatori, portali che veicolano l’interesse degli “e-students” verso la scelta dei diversi MOOCS da seguire.

Immediatamente mi sono reso conto che emergono due filosofie distinte tra EMMA (a cui noi studenti della Federico II siamo particolarmente legati! Attenti a cosa commentate!) e Mooc-list, il piu’ grande e completo aggregator sulla piazza.

Ricorda che le dimensioni non contano!!! EMMA e Mooc-list si presentano come perfetti esempi dell’esistenza di due diverse famiglie di aggregatori, fermo restando che il confronto che farò vuole stimolare in voi che leggete una domanda che tenga conto degli sviluppi futuri dell’insegnamento online, d’altronde i numeri dell’utenza sono diversissimi ed EMMA è appena nata.

2mooclist emma

EMMA è un aggregatore che ospita i MOOCS, è una piattaforma che aggrega più che un aggregatore di piattaforme; aggregator e host. Raccoglie MOOCS delle università europee. In cabina di comando c’è l’Univesità di Napoli Federico II e la rete di enti che hanno aderito al progetto è composta da università belghe, estoni, francesi, italiane, inglesi, olandesi, portoghesi e spagnole. Una piattaforma  multilingua che convoglia i corsi online, contraddistinta fortemente da un’identità europea.

A differenza di Mooc-list, EMMA come genere di sito ha il pregio di poter creare coerenza tra gli insegnamenti mentre un aggregatore “massivo”  come Mooc-list tende a connettere l’utente con ogni tipo di offerta, sempre ovviamente di livello universitario. Qual è il fine quindi? Quantità o qualità?

3cloudoftags3

EMMA si pone in mezzo tra un aggregator ed un provider vero e proprio, fornendo guida alla costruzione di corsi, traduzioni, oltre al lavoro di host: per Mooc-list infatti EMMA è un provider.

Mooc-list appare invece più come un portale che fornisce accesso a centinaia di MOOCS, in più lingue, ma non con la pretesa di ospitare questi corsi.

Il portale americano si propone semplicemente come una directory di MOOCS offerti  da più providers, ovviamente di livello sempre universitario. È scritto sul sito d’altronde: “We do not create MOOCS!”.

46890267118_1f719fffea_o

Quello che mi chiedo, e chiedo a voi che leggete: considerata la crescita esponenziale dell’utenza dei MOOCS, quale di queste due filosofie riuscirà a conquistare il cuore degli e-students?

Meglio una piattaforma come EMMA oppure un portale come Mooc-list?

Emma appare in grado di fornire un insieme più coerente di MOOCS e le università che contribuiscono formano una rete. Mooc-list si propone invece più come un portale, un veicolo freddo verso questo mondo dell’e-learning gratuito in espansione.

Sono sicuro che il tempo ma soprattutto un’ulteriore sviluppo dell’offerta premierà un progetto come EMMA che si candida ad essere un punto di riferimento in Europa per l’e-learning universitario, ma a mio avviso l’uso odierno del corso online, spesso inserito in un percorso di studi frammentato, caratterizzato da un impegno occasionale, saltuario o casuale, premia una filosofia più “aperta a tutto” come Mooc-list.  Mi sbaglierò?

Dai EMMA, solo tu puoi fornirci la risposta. Sei nata, cammini ed ora mostra come sai correre!

 

di Alessandro Tatafiore

Annunci

Un pensiero su “EMMA e MOOC-LIST: due diverse filosofie di aggregator.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...