Livemocha-Della Ragione

Livemocha: apprendimento e socializzazione

di Claudia Della Ragione.

Da sito web di rete sociale che ha come scopo l’apprendimento delle lingue[1] a luogo per la socializzazione. Questa è l’evoluzione di Livemocha, il social che conta circa 15 milioni di utenti registrati di diverse nazioni. Il New York Times e il Financial Times hanno dedicato molta attenzione a questo sito il quale è stato incluso  nel 2010 sul Time Magazine tra i 50 siti migliori dell’anno.

È possibile apprendere circa 38 lingue[2] attraverso esercizi, conversazioni e l’ascolto. Frasi e parole spesso vengono accompagnate da immagini per facilitare la memorizzazione e, grazie all’interfaccia di Livemocha, si può migliorare il vocabolario e le capacità di comprensione. La possibilità di parlare consente di allenarsi e migliorare la capacità di costruire frasi e acquisire sicurezza nel parlare, e offre, inoltre, la possibilità per ogni utente di migliorare la pronuncia grazie alla correzione e l’aiuto di madrelingua.

Nato nel 2007 dalla necessità di comunicare nell’era della globalizzazione, è il primo social network che ha come fine l’apprendimento. Il mercato globale e le economie emergenti hanno dimostrato che l’inglese non è l’unica via attraverso cui interagire in ogni circostanza per questo Livemocha si pone come mezzo pratico di apprendimento linguistico.

Proprio come un social network ogni utente crea il proprio profilo e diventa amico con i parlanti nativi della lingua oggetto di studio garantendo, attraverso una conversazione tramite chat-line , un incentivo all’apprendimento e scambio culturale direttamente da casa o dall’ufficio, nelle pause di lavoro o di studio. Rappresenta una risorsa per lo studente che studia la lingua e vuole  approfondire le proprie le proprie conoscenze al di là dei dettami standard offerti dai libri.È opportuno considerare che l’interazione con i parlanti nativi tramite chat-line o messaggi email possono evitare il senso di emarginazione che deriva dalla mancata padronanza di formule comuni e informali.

La comunicazione nell’era moderna e della globalizzazione rappresenta una delle rivoluzioni della storia umana che ha comportato delle trasformazioni soprattutto sul piano sociale e culturale. L’immagine della terra come villaggio globale proposta da Marshall McLuhan pone l’accento sull’estensione dei processi comunicativi. Come nel villaggio tradizionale tutti sono a conoscenza dei fatti e tale conoscenza si realizza nella piazza e di diffonde con l’interazione, così nel villaggio globale la comunicazione ha assunto una dimensione planetaria e la piazza viene sostituita dai media. Per villaggio globale si intende un mondo piccolo, delle dimensioni di un villaggio, all’interno del quale si annullano le distanze fisiche e culturali e dove stili di vita, tradizioni, lingue, etnie sono rese sempre più internazionali.

Che il Livemocha sia un piccolo villaggio multietnico ?

[1] http://it.wikipedia.org/wiki/Livemocha

[2] http://www.italiansinfuga.com/livemocha/

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...