Generazioni socia - Lattanzi

Nonni, genitori e figli sui Social Network: i diversi approcci generazionali ai Social Media

Di Maria Elena Lattanzi.

A quanti di noi non è mai capitato di imbattersi in qualche buffa didascalia (anche un pò retrò) postata dai nostri nonni su Facebook come descrizione di qualche vecchia foto di famiglia? O di ritrovarsi sulla home page il selfie di mamma e papà in viaggio o in vacanza al mare? Se vi è scappato un sorriso sappiate che non per tutti è stato così. Infatti secondo un’indagine condotta su un campione di 2000 utenti dall’ Halifax Digital Home Index sulle abitudini online degli utenti, l’avvento delle “vecchie” generazioni su Facebook ne ha causato l’abbandono da diversi giovani, forse per l’ansia di essere controllati (secondo questo studio il 33% dei ragazzi aventi partenti tra i contatti ha provveduto ad eliminarli e bloccarli), forse perché il fatto che anche i “vecchi”(come amano definire gli adolescenti già gli over 30) siano sulla piattaforma di Zuckerberg, la rende meno glam. Questo fenomeno ha permesso quindi uno spostamento di attenzione da parte dei  giovani verso altri social networks più borderline come ad esempio Instagram o Pinterest. Secondo la  ricerca la percentuale di giovani utenti ad aver effettuato questa deviazione si aggira attorno al 32%. Se da un lato i giovani, quindi, non sono più di tanto  propensi a questo cambiamento, gli over 55 sfruttano i social media in numero sempre maggiore, contando oltre il 50% di iscritti a Facebook , il 32% a Skype e il 17% a  Whatsapp.

Instagram prende quindi il primato di  preferenza dei giovani, che da uno studio del Pew Research Centre, risulta il social più amato dai ragazzi tra 18 e 29 anni. Questi dichiarano infatti , una preferenza nel trascorrere del tempo sulla piattaforma dedicata alla condivisione delle foto, in cui grazie ad un hashtag è possibile trovare altri scatti in sintonia con i nostri. Dalla stessa ricerca emerge, anche stavolta, una preferenza degli over 65 verso l’utilizzo di Facebook. Importanti sono anche  le previsioni sullo sviluppo di Tumblr e Pinterest che hanno  superato, in termini di rapidità di crescita, lo stesso Instagram. In soli sei mesi ,infatti, vi è stato un aumento di iscrizioni del 120% sul primo e del 111% sul secondo! Questi dati ci  lasciano a bocca  aperta, ma ci spiazzano ancor di più se li paragoniamo al  (misero) 2% di incremento di  utenti a Facebook. C’è senz’altro da aggiungere, però, che data la diffusione cui è stato protagonista questo social negli ultimi anni è davvero difficile trovare qualcuno che non abbia già un profilo su questa piattaforma, a differenza dei nuovi social media che possono solo imparare dal loro gigante predecessore.

Anche stavolta quindi i giovani , probabilmente senza nemmeno accorgersene, hanno dato il via ad una nuova tendenza (sociale ed economica), una nuova migrazione verso nuove forme di socializzazione 2.0. Chissà, magari tra qualche anno ogni nonna avrà il suo fashion blog. Nel frattempo come solo pensare di poter prevedere i vecchi e nuovi giovani a quel punto che altro si inventeranno? Nell’attesa ricordiamoci un po’ tutti, mamme, papà,  genitori e nipoti, di trascorrere, un pò meno tempo davanti a smartphone e tablet e un pò di più con i nostri affetti.

 

 

Letture:

Comportamenti digitali. Essere giovani ed essere vecchi ai tempi di Internet. Luigi Prosepio, Egea Editore, 2011.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...