Eva – la Lis a portata di “mano”

download

 

di Stefania Chiarolanza.

Quando si decide di utilizzare la tecnologia per rendere migliore la vita delle persone.

Quando l’obiettivo  è quello di una società alla pari in tutto e per tutto.

Quando si crede nella piena integrazione e inclusione sociale.

Quando c’è la voglia di abbattere le barriere linguistiche permettendo a tutti di assistere liberamente ad un evento pubblico che proprio in quanto tale riguarda tutti e deve essere recepito da tutti.

Quando tutto questo è pensato anche con il cuore allora è qui che nasce un’iniziativa come EVA.

Eva è una startup innovativa ad inclinazione sociale, generata al Contamination Lab dell’Università Federico II, un’iniziativa nuova pensata e realizzata da menti giovani, che credono in una effettiva capacità della tecnologia di favorire una piena inclusività e accessibilità dei non udenti ad ogni tipo di evento pubblico.

L’iniziativa come ha affermato una delle sue cofondatrici, Giovanna D’Urso, in un’intervista sul quotidiano Roma : “consente ad enti pubblici e privati, associazioni, aziende e a singoli professionisti di acquistare diversi servizi digitali e non, per rendere i loro eventi e le loro informazioni accessibili per la comunità sorda”.

I servizi offerti da questa iniziativa per il momento sono 4:

Il primo è Eva Lis , che offre ore di interpretariato Lis da usufruirne sia in loco che in streaming, a seguire c’è Eva Phone, che permette di servirsi di un’interprete attraverso una videochiamata, questa soluzione è studiata per le attività commerciali o per i singoli professionisti che hanno necessità di un interprete Lis per comunicare con le persone non udenti nella vita quotidiana. Come terza soluzione c’è Eva Plus attraverso la quale è possibile rendere un evento accessibile tramite lo streaming dell’interpretariato Lis sia in loco che da remoto e la videoripresa per consentire di vedere l’evento anche dopo la sua conclusione, conservandolo in una videoteca permanente. In conclusione c’è Eva Promo, questo servizio permette di adattare e rendere accessibile la comunicazione di ogni tipo di attività attraverso la lingua dei segni e la sottotitolazione. Si possono adattare contenuti multimediali già esistenti o crearne di nuovi. Per approfondire tutte le caratteristiche di queste soluzioni vi lascio qui il link della pagina Facebook ufficiale di Eva.

Avere la possibilità di sentirsi parte integrante della società è un diritto che non dovrebbe essere negato a nessuno. A maggior ragione se c’è un’iniziativa come quella di Eva che si mostra molto sensibile alla tematica della diversità.

Dare spazio e visibilità ad iniziative come questa credo sia una grande testimonianza di quanto la società si stia aprendo ad un nuovo modo di percepire la realtà, ad un nuovo modo di beneficiare della tecnologia.

Che ne pensate di questa iniziativa?

Secondo voi la società è pronta per questo nuovo approccio tecnologico?

 

Fonti:

Bando per partecipare al CLab Napoli

Sito ufficiale CLab Napoli

Sito ufficiale Eva

Pagina Facebook Ufficiale Eva

Sito NAStartUp

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...