La cultura sempre in tasca

di Andrea Famiglietti.

Chi non può dimenticare gli anni in cui andavamo girando con gli “ingombranti” lettori cd o per le cassette in giro, o chi ricorda la pila di libri che ci ha accompagnato almeno una volta nella vita?
Bene, adesso non dico di chiudere gli occhi e dimenticarla completamente, ma dico che quell’immagine molto romantica e piena di rituali non è più una costante delle nostre giornate. Infatti grazie ai diversi dispositivi che ormai ci circondano stiamo operando un lavoro di riduzione di spazi fisici che avevano sempre contraddistinto queste cose. Addio al CD, addio al Vinile (ormai seguito solo da pochi adepti), addio anche ai libri e oggi come oggi addio anche a molti musei visitati con trepidazione. Le nuove tecnologie hanno aperto le frontiere in una maniera indescrivibile. Se le analizziamo attentamente, forse capiremo meglio come è cambiato:
spotify-logo-primary-horizontal-dark-background-rgb_0
Prendiamo la musica, oggi la musica è ascoltabilissima, in ogni dove e qualsiasi autore senza avere le famose discografie conservate a casa. Non è raro imbattersi, in pullman, nel nostro compagno di viaggio che ascolta musica tramite programmi come spotify e simili che permettono di fruire di tutta la musica gratis grazie ad una semplice connessione. Per quanto riguarda i film, con un normalissimo sistema android ci è permesso di noleggiare o acquistare on line i film che vogliamo vedere a prezzi irrisori. Il discorso si fa più interessante per quanto riguarda i libri. Infatti questi sono stati accompagnati da una svolta abbastanza in vista che è stata quella del formato e-book. Con questo è possibile avere tutti i libri che vogliamo in un unico dispositivo che ci riduce peso e spazio. Grazie all’e-book inoltre si è aperta una nuova frontiera quello della diffusione a bassissimi prezzi delle opere o addirittura gratis in alcuni casi. Questo risulta essere una svolta importante, perché nonostante lo scetticismo iniziale e il romanticismo che accompagna l’odore di ogni pagina di libro, ridurre i costi della cultura (soprattutto nella galassia dei libri) è un punto a favore che non passa certo in secondo piano.

Insomma stiamo sempre più procedendo verso un mondo dove tutto è raccolto in poco spazio e dove ognuno di noi avrà la possibilità di formarsi grazie ai costi sostenuti della cultura. Chissà quale ulteriore evoluzione ci rivelerà il futuro.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...